blog-im

Come trovare un film [di cui non ricordi il titolo]

5/5/2021 - di Luigi Filiponi

Parliamo di come trovare un film senza conoscerne il titolo. Ci sono cose apparentemente banali che possono farci arrovellare il cervello. Considera tutte quelle volte che magari nella tua vita reale vivi una scena che ricorda tantissimo quella di un film: vuoi esprimere questa tua sensazione a chi ti sta vicino, ma quando devi poi dire il titolo del film, hai come un vuoto di memoria che ti impedisce di proferire parola. È il classico caso in cui ti viene da dire “ce l’ho sulla punta della lingua”, con la differenza che se tiri la lingua fuori non c’è scritto niente!

Lo stesso dicasi per i dialoghi famosi: se ad esempio scrivo “Io ti spiezzo in due”, ti viene in mente Rocky IV di Ivan Drago?

Se io fossi a capo di un team di sviluppatori, realizzerei un software che con pochi elementi, ti restituisce il titolo esatto di un film. In realtà, qualcosa del genere esiste già, e nelle prossime righe scopriremo insieme come poter trovare un film di cui non ricordi il titolo.

Come usare Whatismymovie.com

Un sito web che ho trovato estremamente utile per trovare i film di cui non ricordi i titoli è sicuramente , che sin dal nome ti fa capire qual è il suo scopo.

Se ti colleghi al sito web, noterai un layout molto minimal, che ricorda tantissimo quello di un classico motore di ricerca: al centro c’è il box dove scrivere le keyword (parole chiave), che in questo caso possono essere i nomi di attori, registi o semplicemente parti della trama.

Gli sviluppatori di questo sito web garantiscono anche che all’interno del box di ricerca si possono inserire intere frasi di senso compiuto, qualcosa del tipo “in quale film di Aldo, Giovanni e Giacomo c’è un cane di nome Ringhio”, ma in realtà le troppe parole tendono ad allungare i risultati di ricerca, andando ben oltre la filmografia dei tre comici e relegando solo in un angolo la scheda di “Tre uomini e una gamba”.

Lì dove What Is My Movie mi ha lasciato di stucco non è tanto nella ricerca dei grandi classici, ma nel fatto che è in grado di trovare perfino film di scarsissimo successo, quelli che perfino il regista vorrebbe rimuovere dal suo curriculum.

Se ad esempio nel box di ricerca scrivi “Alberto Tomba”, l’algoritmo “tira fuori dalla soffitta” il mitico Alex l’Ariete. Se non hai mai sentito parlare di questo film non è un caso, è una pellicola che ha visto partecipare anche una giovanissima Michelle Hunziker, ma è stato un flop clamoroso dovuto principalmente al fatto che il nostro mitico Albertone non è propriamente un attore di livello, per usare un eufemismo.

C’è da dire che per i film di nicchia come Alex l’Ariete la scheda indica solo locandina, cast, regista e genere, difficilmente è presente anche la trama, cosa che invece puoi trovare nelle pellicole di maggior successo.

What Is My Movie è uno di quei siti web che non ruba l’occhio, in primo luogo perché ha un layout grafico molto antiquato, che ricorda l’internet sgangherato degli anni Novanta. Anche il fatto che sia completamente in inglese non è propriamente un incentivo, ma il meccanismo di utilizzo è così intuitivo che manco ti accorgi del fatto che non sia in italiano.

Lì dove conoscere l’inglese è invece necessario, ad esempio nella scheda dov’è riportata la trama, ti può soccorrere il caro e vecchio Google Translate.

Le piattaforme dove vedere film in streaming

Viviamo in un epoca in cui la televisione generalista, quella per intenderci comprendente i classici canali RAI, Mediaset e affini, è solo una parte dell’offerta. Esistono tantissime piattaforme di streaming che ti permettono di vedere film in qualsiasi momento della giornata e senza il fastidio dello stacco pubblicitario. Prima di addentrarci su quelle che si possono usare gratis e quelle che prevedono un abbonamento, una doverosa premessa.

Se digiti su Google un nome di un attore, di un regista o della trama in modo da trovare il film di cui non ti ricordi il titolo, il motore di ricerca di Mountain View ti rimanderà quasi sicuramente nei primi risultati di ricerca a portali di dubbia affidabilità, dov’è sicuramente possibile la pellicola che cerchi, violando però quelle che sono le leggi sul copyright.

Inutile nascondersi dietro una foglia di fico, sappiamo bene che la pirateria online è stata per anni la regola anziché l’eccezione, ma in queste righe ti suggerirò solo prodotti legali.

Il primo motivo è perché la pirateria uccide il mercato, e il film che adori non avrebbe mai potuto essere girato se alla base non c’è un pubblico pagante. Il secondo è perché guardare film su siti web pirati è assolutamente stupido: vista la grande quantità di piattaforme gratuite, quello che cerchi è già disponibile senza spendere un centesimo.

Piattaforme per vedere film gratis

RaiPlay

RaiPlay, qualora non lo sapessi, è la piattaforma streaming ufficiale della RAI. All’intero di questa piattaforma non solo puoi vedere le repliche dei programmi televisivi e delle fiction dell’azienda di Viale Mazzini a Roma, ma puoi accedere a un catalogo fornitissimo di film.

Selezionando il tasto “film”, l’app tende anzitutto a suggerirti le ultime uscite o gli ultimi film aggiunti al catalogo, per poi passare a quelli che magari si avvicinano a quelli che hai già visto.

Per trovare il film di cui non ricordi il nome, anche in RaiPlay il meccanismo è sempre lo stesso: basta scrivere attore, regista o trama nel box di ricerca e nei risultati salterà fuori sicuramente quello che cerchi, a patto che sia presente fra gli oltre 1000 titoli presenti nel catalogo.

YouTube

L’antesignana di tutte le piattaforme streaming, YouTube vanta migliaia di film disponibili, sia in italiano che in lingua originale./p>

Anche in questo caso, per trovare il film di cui non ricordi il titolo puoi affidarti al metodo delle keyword, inserendo nel box di ricerca attore, regista o trama, e incrociando le dita. Se sei fortunato, puoi trovare il film che cercavi e guardarlo anche con la tua smart TV./p>

Su YouTube, però, ho alcune riserve: molti dei film che vi trovi sono caricati “abusivamente” da utenti privati, che sfruttano prodotti protetti da copyright per fidelizzare gli utenti verso i propri canali YouTube, per motivi evidentemente di profitto. Per onestà intellettuale, devo dire che non posso essere certo del fatto che i film su YouTube siano tutti “pirati”, ma un indizio c’è sicuramente: se vedi che la qualità video non è delle migliori, quasi sicuramente è una violazione di copyright./p>

Piattaforme in abbonamento

Se l’unica vera piattaforma gratuita a oggi è solo RaiPlay, il fronte dei servizi di streaming a pagamento è molto più vasto, e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Netflix

Se c’è una piattaforma che è diventata il simbolo della visione dei film in streaming, questa è sicuramente Netflix<7a>. Il successo di questa piattaforma non è solo dovuto al catalogo, che fra film e serie TV vanta migliaia di titoli, ma anche al prezzo mensile che si attesta sulle poche decine di euro.

Prime Video

Se sei un acquirente abituale su Amazon ed hai sottoscritto l’abbonamento Prime, hai diritto fra i vari vantaggi anche alla fruizione di Prime Video, la piattaforma streaming tanto voluta da Jeff Bezos è che sta offrendo sempre più contenuti interessanti.

Non può essere considerata una piattaforma gratuita perché alla base vi è il pagamento dell’abbonamento di Amazon Prime, ma per chi è abbonato abitualmente a questo servizio è un po’ come se lo fosse. Per quel che riguarda il catalogo dei film, è davvero ampio, e può vantare inoltre pellicole prodotte in esclusiva dalla stessa Amazon.

Now TV

Now TV non è altro che la trasposizione streaming del catalogo Sky, con la differenza che si può accedere anche a film che non sono più in programmazione sui canali satellitari. Il catalogo comprende più di 1000 film, che si alternano fra ultime uscite e grandi classici; non offre molti prodotti di nicchia, ma in compenso ha un abbonamento mensile dai costi contenuti.

Dove acquistare film introvabili

Questo paragrafo si pone come passo successivo a quello in cui finalmente ricordi il titolo del film che stavi cercando. Poniamo che ora che l’hai trovato hai una voglia matta di vederlo, ma è una pellicola di nicchia nemmeno presa in considerazione dalle principali piattaforme di streaming. Dove poter comprare film introvabili o rarissimi? Fortunatamente, esistono due siti web che fanno al caso tuo.

Missingvideo.com

Se ami la filmografia di nicchia e la desideri in formati ormai obsoleti, Missingvideo è probabilmente la tua idea di paradiso.

In questo sito web, non solo è possibile trovare tantissime pellicole ormai dimenticate dal grande pubblico, ma si possono acquistare anche in formati ormai obsoleti come il super 8 e le VHS, oltre ai più recenti DVD e Blue Ray.

Missingvideo ha proprio come mission quella di trovare e rendere disponibile al grande pubblico tantissimi film della tradizione italiana, europea e americana che non hanno riscosso un grosso successo di pubblico. L’elenco dei film è in continuo aggiornamento, e qualora il film che stai cercando sia fuori catalogo, lo puoi richiedere contattando il supporto di Missingvideo, che farà di tutto per rendertelo reperibile il prima possibile.

DVD.IT

Un sito web che riesce a ottenere un dominio così autoesplicativo non può che dedicarsi al cinema e alla vendita di migliaia di film, ovviamente tutti in rigoroso formato DVD.

Su questo sito web il catalogo è molto più “nazionalpopolare”, ci sono DVD vecchi e prevalentemente titoli che hanno riscosso un discreto successo, ma è possibile anche trovare qualche pellicola di nicchia.

Conclusioni

Se sei arrivato fin qui, hai ormai appreso tutti i rudimenti che servono per trovare un film tutte quelle volte che non ricordi il titolo. Questa guida tuttavia non mira solo alla mera ricerca, ma vuole essere uno spunto per trovare tutte quelle pellicole che magari non faranno onore a quella che una volta si chiamava la “settima arte”, ma che per te hanno comunque un significato profondo. A volte dietro un film c’è una storia che ti rappresenta, o semplicemente era fra i preferiti di un tuo affetto che adesso non c’è più.

Se è vero che le piattaforme streaming puntano a creare cataloghi online perenni, è altrettanto vero che queste solitamente tendono a snobbare i film di cosiddetta seconda fascia. Avere tutti gli strumenti adatti per trovarli è un modo per recuperarli lì dove non fossero disponibili sui canali tradizionali.

author-img
Luigi Filiponi